Il Logo Di Special Olympics
Notizie Sportive

Giochi Nazionali Estivi Special Olympics

Quest’anno la XXXIV edizione dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, grazie anche all’impegno e al lavoro di Sanitech, si svolgeranno a Montecatini e Valdinievole dal 4 al 10 giugno.
Snaitech infatti, in collaborazione con Izilove Foundation, ha messo a disposizione di Special Olympics, per il secondo anno consecutivo, tutti i suoi canali di comunicazione interni ed esterni. Il preciso intento è quello di promuovere diverse campagne di sensibilizzazione e raccolte fondi a sostegno del movimento mondiale per l’inclusione dei disabili nel mondo dello sport e dell’agonismo.
E così, in quest’ottica di collaborazione e condivisione, per la cerimonia di apertura dei giochi, cui parteciperanno atleti e principianti con diverse disabilità da tutte le parti d’Italia e del mondo, Snaitech ha offerto lo sfondo e gli impianti del bellissimo ippodromo di Montecatini, che gestisce per conto dello Stato.

Cosa sono le Special Olympics?

Le olimpiadi spoecialiSpecial Olympics è un Programma Educativo nato grazie all’abnegazione e alla sensibilità di Eunice Kennedy Shriver, sorella di John Kennedy, il compianto presidente americano ucciso a Dallas nel 1963. Questa organizzazione, riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale, opera nel settore delle disabilità fisiche e intellettive, proprio come il Comitato Paraolimpico. Ma mentre quest’ultimo, coerentemente con lo spirito olimpico, organizza gare per i migliori esponenti di ogni sport, Special Olympics promuove l’inclusione sociale della disabilità con un programma decisamente più inclusivo, perché organizza e promuove lo sport agonistico aperto a tutti i portatori di disabilità, a prescindere dal loro livello di preparazione.
Snaitech, nata dalla fusione di Cogetech e Snai Spa, continua a mantenere una spiccata vocazione per la promozione e la diffusione dello sport e dello spirito agonistico in Italia; è per questo che con entusiasmo ed impegno sostiene le iniziative italiane e internazionali di Special Olympics, perché convinta che la cultura sportiva non possa che passare per l’inclusione e l’integrazione di tutti coloro che vogliano mettersi in gioco e in gara.

Il contributo di SNAI

I concorrenti alle olimpiadi speciali“Noi di SNAITECH ormai ci sentiamo parte della famiglia di Special Olympics e quest’anno siamo particolarmente orgogliosi di ospitare, in occasione del cinquantesimo anniversario del movimento, la cerimonia d’apertura dei Giochi a casa nostra, all’Ippodromo SNAI Sesana” Ha recentemente dichiarato Fabio Schiavolin, Amministratore Delegato SNAITECH, a proposito dell’evento.
Chi volesse assistere a questa speciale manifestazione sportiva deve quindi segnare sul calendario la data del 4 giugno e recarsi a Montecatini, all’ippodromo Snai Sesana, dove il giorno seguente, il 5 giugno, si terrà la cerimonia ufficiale d’apertura dei giochi, che si preannuncia affollata di importanti personalità.
Per l’occasione, infatti, si raccoglieranno a Montecatini i nomi più in vista del mondo sportivo italiano: ospiti di Snaitech e dell’ippodromo di Sesana saranno il Presidente del Coni Giovanni Malagò, Il Ministro dello Sport del governo uscente Luca lotti, e il Presidente di Special Olympics Italia Maurizio Romiti.

Tutti a Montecatini !!

I comcorrenti alle Special OlympicsGli atleti di Special Olympics in Italia sono oltre 16.000 e vanno dagli otto anni in su: una grande squadra affiatata e motivata da moltissimi volontari, allenatori, formatori, organizzatori di eventi, operatori di raccolte fondi. Di questa squadra, per il secondo anno consecutivo, fa parte Snaitech: una presenza importante e decisiva, vista la sua l’importanza nel settore dei giochi e nella gestione di tanti impianti sportivi fisici sul territorio italiano, che ha determinato un forte aumento della visibilità e promozione dell’evento.
Sarà quindi il 5 giugno prossimo, nella location speciale e affascinante dell’ippodromo Snai di Montecatini, che risuonerà urlato a gran voce il motto degli atleti Special Olympics: “Che io possa vincere, ma, se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”. Una semplice frase, che però contiene tutta l’essenza delle più grandi gesta sportive, quelle che si costruiscono con fatica e sudore, non per soldi o per egoismo, ma per celebrare un gioioso rito collettivo d’amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *