MotoGP 2020: pronti a partire?
Notizie Sulle Scommesse Sportive

Le quote antepost per il campionato mondiale di MotoGP 2020

Il campionato MotoGP 2020 continua a perdere i pezzi ed il numero di GP che andranno a dar vita alla stagione 2020 continua a scendere. Ma i bookmakers continuano ad accettare scommesse sul pilota vincente della MotoGP 2020, ed ovviamente il grande favorito è ancora lui: Marc Marquez. Scommettere in questo periodo non è facile, ma il motociclismo non è uno sport di contatto e gli scommettitori sono sicuri che sarà possibile dare il via alla stagione all’inizio dell’estate. Carmelo Ezpaleta, CEO della DORNA, ha detto che se necessario la stagione 2020 si disputerà solo in Europa, anche a costo di correre appena 10-12 gare.

Ma scopriamo qualcosa di più sulla stagione che sta per arrivare e vediamo quali sono i favoriti per le migliori agenzie di scommesse sportive che operano in Italia con licenza aams. Proveremo anche a fare dei pronostici, anche se in questo momento capire che potrà conquistare la corona iridata non è affatto semplice.

MotoGP 2020: la situazione

Carmelo Ezpaleta, CEO della DORNA, ha dichiarato che in questo momento l’idea è quella di iniziare la stagione 2020 nel mese di luglio. Nella giornata di ieri sono stati cancellati a causa del COVID-19 ben tre GP dal Calendario MotoGP 2020. Il primo GP a saltare è il Gran Premio di Germania, che si sarebbe dovuto correre al Sachsenring. Sono stati eliminati dal calendario anche il Gran Premio della Finlandia al KymiRing, che sarebbe tornato dopo tanti anni di assenza (manca dal 1982), ed anche lo storico Gran Premio d’Olanda, che come tutti gli appassionati di scommesse sportive si sarebbe dovuto correre ad Assen, il tempio del motociclismo. Expaleta si è detto dispiaciuto ed ha dichiarato che “Non vediamo l’ora di tornare nel 2021 al Sachsenring e al TT Circuit Assen. Attendiamo con ansia anche il debutto del Gran Premio che la prossima stagione si disputerà sulla nuova pista del KymiRing“.

In questo momento la DORNA sta cercando di rimettere in piedi un calendario per la MotoGP 2020, che dovrebbe prendere il via nel mese di luglio. L’idea è quella di correre in Europa fino al mese di novembre, per poi spostarsi in alcuni circuiti degli altri continenti solo se le condizioni lo permetteranno. In caso contrario, il campionato MotoGP 2020 si correrà solo in Europa, ed avrà in programma 10-12 gare in totale.

La DORNA sta anche studiando un protocollo da seguire per cercare di capire come potrebbero essere organizzati i GP di questa stagione. I piloti e gli addetti ai lavori verranno sottoposti ai testi di controllo per il virus prima della partenza per il circuito, all’arrivo al circuito ed infine anche dopo la gara, prima del rientro a casa.

I tifosi e gli scommettitori, che non vedono l’ora di poter tornare ad assistere alle gare, aspettano impazienti e sono sicuri che l’attesa finirà presto.

Carmelo Ezpaleta, CEO della DORNA, con Valentino Rossi
Carmelo Ezpaleta, CEO della DORNA, con Valentino Rossi

MotoGP 2020: le quote antepost dei bookmakers

Le agenzie di scommesse sportive che operano in Italia continuano giustamente ad accettare scommesse antepost sul vincente della MotoGP 2020. Il motociclismo non è uno sport di contatto, quindi a breve ci saranno tutte le condizioni per ripartire. Ecco qua di seguito chi sono i favoriti per i bookmakers cdi SNAI.

  • Marc Marquez 1,65
  • Vinales, Maverick 5,50
  • Fabio Quartararo 5,50
  • Andrea Dovizioso 7,50
  • Alex Rins 15
  • Franco Morbidelli 15
  • Valentino Rossi 25
  • Danilo Petrucci 50
  • Jack Miller 50
MotoGP 2020: pronti a partire?
MotoGP 2020: pronti a partire?

I nostri pronostici

Se dobbiamo pensare ad un vincitore del titolo mondiale 2020 di MotoGP non possiamo far altro che pensare a Marc Marquez. Il campione spagnolo, che ha dominato la MotoGP negli ultimi anni, è il grande favorito dei bookmakers. Se uno dovesse scommettere utilizzando la logica non potrebbe far altro che puntare sul n° 93 della Honda. Ma le quote per l’ennesimo successo dello spagnolo sono talmente basse da non essere allettanti per gli scommettitori, quindi vediamo quali sono le reali alternative a Marquez.

Alla fine dello scorso anno e nei testi invernali del 2020 la Yamaha è apparsa subito molto competitiva. Per questo motivo sia Vinales, in sella alla M1 ufficiale, che Quartarato, in sella alla M1 del team satellite, potrebbero essere due alternative interessanti a Marquez. Tra i due, considerando la crescita vista lo scorso anno, Quartararo è sicuramente il più accreditato.

Restando in casa Yamaha, un mondiale più corto del previsto potrebbe essere una buona occasione per Valentino Rossi. Il Dottore è considerato il più debole dei piloti Yamaha (anche Franco Morbidelli gode di maggiore considerazione), ed è proprio per questo che potrebbe essere un’idea interessante quella di puntare sul n°46. Il suo 10° titolo iridato è quotato a 25, quindi puntando anche solo 10€ si intascherebbe una discreta somma: 250€.

E’ una grossa incognita la Ducati, quindi un Andrea Dovizioso quotato a 7,50 non è un’opzione molto attraente per gli scommettitori. Una chance invece potrebbe averla Alex Rins, che anche quest’anno sarà in sella ad una Suzuki sempre più competitiva, che è attesa al definitivo salto di qualità. La quota di Rins è molto interessante e permetterebbe di portare a casa una buona vincita.