Scommettiamo sul Giro d'Italia 2020
Notizie Sulle Scommesse Sportive

Scommettiamo sul Giro d’Italia 2020

Scommettiamo sulla corsa rosa, che quest’anno si corre insolitamente in autunno a causa della pandemia del Coronavirus. Geraint Thomas è il favorito, e dice di sentirsi “più motivato di sempre”. Anche Vincenzo Nibali proverà a dire la sua, andando a caccia della sua terza maglia rosa.

Gli amanti del ciclismo hanno già iniziato a scommettere sul Giro d’Italia 2020, che prenderà il via sabato 3 ottobre in Sicilia, con la cronometro Monreale – Palermo. La corsa rosa, che per la prima volta si svolge ad ottobre, è una competizione ciclistica appassionante, che genera sempre un volume di scommesse molto elevato. I bookmakers che operano in Italia stanno proponendo le loro quote antepost sul risultato finale della gara, e molte altre verranno pubblicate giorno per giorno sui risultati delle singole tappe.

Il favorito per la vittoria finale è il 34enne britannico Geraint Thomas, che in carriera non ha mai vinto la corsa rosa. Tra i corridori che puntano alla vittoria finale dell’edizione n°103 del Giro d’Italia c’è anche Vincenzo Nibali, che partirà proprio della sua Sicilia per provare a portare a casa il suo terzo successo nella corsa a tappe italiana. Ma la lista dei pretendenti alla vittoria finale è molto lunga e comprende Simon Yates, Jakub Fuglsang, Steven Kruijswijk e Rafal Majka. Per i colori azzurri oltre a Nibali non sembrano esserci corridori in grado di lottare per la vittoria finale, ma siamo sicuri che Domenico Pozzovivo e il giovane Fausto Masnada proveranno a togliersi qualche soddisfazione.

Ma scopriamo insieme qualcosa di più sulla corsa rosa 2020! Vediamo il percorso, chi sono i favoriti e soprattutto quali sono le quote delle agenzie di scommesse sportive!

Giro d’Italia 2020: il percorso

I ciclisti al Giro 2020 dovranno affrontare 21 tappe in 23 giorni (2 sono di riposo), per un totale di 3497,9 chilometri da percorrere. I corridori dovranno risalire lo Stivale da sud verso nord, con la partenza che avverrà dalla Sicilia dopo che Budapest ha dovuto, forzatamente a causa COVID, rinunciare. La prima tappa e l’ultima saranno due cronometro. La prima andrà in scena a Monreale, mentre l’ultima a Milano. Gli atleti in gara dovranno affrontare ben 50 GPM, per un dislivello complessivo che supera i 28.500 metri. La 14^ tappa sarà la cronometro più lunga di questa edizione, con 34,1 chilometri che porteranno i ciclisti da Conegliano a Valdobbiadene. Nella 18^ tappa c’è la Cima Coppi, che sarà lo Stelvio con i suoi 2.758 metri di altitudine.

Favoriti e outsider

Geraint Thomas: Il gallese, vincitore del Tour de France 2018, non ha mai ottenuto grandi risultati al Giro d’Italia, al quale ha partecipato appena 4 volte in carriera. Quest’anno, dopo aver saltato la corsa francese, è determinato ad ottenere un grande risultato nella corsa rosa, ed infatti tutti i bookmakers lo vedono come il grande favorito. La sua capacità di andare forte sia a cronometro che in salita giocano a suo favore. Anche la squadra sarà uno dei suoi punti di forza, perché in una competizione lunga ed impegnativa come il Giro fa sempre la differenza. Il vero avversario da affrontare potrebbe essere il meteo, perché in ottobre le scalate sulle Alpi, con temperature vicine allo zero termico, saranno molto più impegnative.

Vincenzo Nibali: In molti stanno scommettendo sul terzo sigillo rosa dello “Squalo di Messina”. Quest’anno il corridore della Trek-Segafredo ha puntato tutto sulla corsa rosa. La sua grande esperienza e la conoscenza dei tracciati potrebbero farlo volare verso la vittoria, soprattutto nell’ultima settimana quando ci saranno 3 tappe di alta montagna prima della cronometro conclusiva.

Jakob Fuglsang: Il danese, che non ha mai brillato nelle corse di tre settimane, quest’anno sembra più pronto del solito per dare la caccia ad una grande corsa a tappe. Potrà contare su quella che è probabilmente la squadra più forte del Giro, l’Astana, molto importante in competizioni di questo tipo.

Rafal Majka: Al via con molte ambizioni di classifica c’è anche il corridore polacco della Bora – hansgrohe. Nei grandi giri ha chiuso quasi sempre nella top10, senza mai riuscire a cogliere quel risultato di prestigio a cui punta anche questa volta. Potrebbe essere davvero lui il vincitore del Giro d’Italia 2020.

Scommettiamo sul Giro d'Italia 2020
Scommettiamo sul Giro d’Italia 2020

Su chi puntare

Scommettere sul grande favorito non vi porterà ad ottenere una grande vincita. Noi come sempre crediamo che analizzare bene le potenzialità degli atleti in gara. Ad esempio al Tour de France 2020 chi ha puntato su Pogacart ha incassato una quota minima di x10 (SNAI) ed una massima di x13 (Eurobet ed Unibet).

Noi questa volta vi diciamo di provare con Majka.

Le quote del Giro d’Italia 2020

Fino ad oggi le agenzie di scommesse italiane hanno proposto ai loro utenti moltissime quote antepost relative ai risultati del Giro d’Italia 2020. Chi vincerà la corsa? Chi sarà il miglior giovane? Chi vincerà il testa a testa? Insomma, gli scommettitori hanno solo l’imbarazzo della scelta. Noi vi segnaliamo le quote più interessanti, ma ricordate che durante lo svolgimento della gara sarà possibile scommettere anche sui singoli risultati di tappa, oppure sulle quote antepost che saranno riviste dai bookmakers durante lo svolgimento della gara, che ha una durata di tre settimane. Quindi vi consigliamo di restare sempre aggiornati sull’evoluzione delle stesse consultando i siti ufficiali e le App delle agenzie di scommesse sportive che operano in Italia grazie alla licenza AAMS.

Quote vincete Giro 2020:

  • SNAI: Thomas 2,50; Yates 5,25; Nibali 5,50; Kruijswijk 7,50; Fuglsang 7,50; Vlasov 10; Majka 25.
  • Eurobet: Thomas 2,25; Yates 3,75; Nibali 6,00; Fuglsang 7,00; Kruijswijk 8,00; Vlasov 11; Majka 23.
  • William Hill: Thomas 2,00; Yates 4,33; Fuglsang 7,00; Kruijswijk 7,00; Nibali 8,00; Vlasov 11; Majka 26.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *